Logo Genialloyd - Compagnia Assicurativa

L’attestato di rischio è online

La dematerializzazione dell’attestato di rischio Genialloyd delle polizze assicurative dei veicoli lo si trova in internet. La novità risale al 2015, grazie all’articolo 134 del Regolamento numero 9 del 19 maggio 2015 dell’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, quando è stato deciso di mandare in pensione il formato cartaceo dell’importante documento. Dal 1° luglio 2015 è obbligatorio mettere a disposizione il certificato online, almeno 30 giorni prima della scadenza annuale della polizza.

Non viene più inviato nulla a mezzo posta e non si consegna più nessuna copia cartacea, a meno che non ci sia un’esplicita richiesta del cliente di avere l’attestato via email o stampato. I consulenti di Genialloyd sono sempre disponibili a rispondere alle richieste di chiarimento in materia. Da oltre un anno l’attestato di rischio si trova sul sito internet della propria compagnia, in un apposito spazio. L’introduzione della digitalizzazione porta diverse novità e si caratterizza come un cambiamento significativo. Non è solamente una questione pratica, ma riguarda la sicurezza, nonché la facilità e la rapidità nel disbrigo delle pratiche.

Le novità dell’attestato di rischio online

Oltre a essere messo a disposizione del cliente sul sito internet della compagnia, il documento deve essere inserito all’interno della banca dati degli attestati di rischio. Si tratta di un archivio informatico con accesso via web gestito dall’Associazione delle Compagnie di Assicurazione. Le sue finalità sono principalmente due, la prima legata a garantire il controllo delle coperture assicurative, mentre la seconda riguarda la praticità per tutte le parti, ovvero l’assicurazione e il suo cliente. Grazie al nuovo sistema di digitalizzazione dell’attestato di rischio si ottiene un archivio dei documenti inseriti direttamente dall’impresa di assicurazione e disponibili per le forze dell’ordine. Innanzitutto si riduce il fenomeno della falsificazione dei certificati per avere uno sconto sul premio da pagare senza averne diritto oppure per dimostrare una copertura assicurativa inesistente. Inoltre si argina il problema delle vetture che circolano senza avere una polizza di riferimento.

Le forze di polizia, infatti, possono facilmente verificare la presenza degli attestati online, mediante un accesso personalizzato. Quando si viene fermati, oppure la propria targa viene registrata dalle attrezzature per il rilevamento della velocità o dell’accesso a una zona a traffico limitato, gli operatori controllano nella banca dati le informazioni assicurative. Si riducono i rischi per gli automobilisti vittime di incidenti senza colpa con persone prive di copertura. La semplificazione e la velocizzazione delle procedure, invece, riguarda soprattutto il cambio di compagnia da parte del titolare della polizza. Infatti per avere un preventivo serve l’attestato di rischio, ma reperendolo autonomamente online, la nuova assicurazione può, ricevuta la richiesta da parte dell’interessato, verificare la classe di merito e formulare il preventivo. Il cliente non dovrà neppure muoversi da casa, basterà qualche click sul proprio computer.

Come richiedere l’attestato di rischio online con Genyalloyd

La compagnia provvederà all’inserimento dell’attestato di rischio come previsto dal Regolamento Ivass, quindi si dovrà accedere all’area riservata. Se si volesse avere il documento in qualsiasi momento in altro formato, si potrà avanzare una richiesta via email a Genyalloyd. In alternativa l’agente assicurativo di riferimento per il cliente può occuparsi di girare l’attestato di rischio via posta elettronica o provvedere alla sua stampa, in modo da fornire all’assicurato il supporto necessario, senza alcun costo aggiuntivo.

Il personale della compagnia è sempre a disposizione per fornire tutte le informazioni sulle nuove modalità e dare chiarimenti sulle procedure. C’è l’apposita pagina web dei contatti, raggiungibile attraverso il sito internet della compagnia. Attraverso il link diretto https://paypal.genyalloyd.it/GlfeWeb/registrazione/registrazione.jsp si può provvedere a registrarsi con i dati personali, inserendo, secondo le proprie preferenze, un nome utente e una parola chiave, che diventeranno direttamente le credenziali per accedere alla sezione relativa all’Area Personale.

All’interno si possono acquistare le polizze per cui si è richiesto un preventivo, presente tra i documenti disponibili; richiedere nuove offerte per altre polizze; rinnovare i contratti; consultare l’attestato di rischio, salvandolo sul proprio computer o imprimendolo sulla carta; verificare la situazione assicurativa in completa autonomia; pagare le rate e usufruire dei vantaggi del Club per i clienti. Ci si muove in completa autonomia e in qualsiasi orario e giorno festivo.

Chi può accedere all’attestato di rischio online

Oltre all’assicurazione e al cliente ci sono altri soggetti aventi il diritto di visualizzare l’attestato di rischio. Nel caso in cui il proprietario non corrisponda all’usufruttuario dell’auto, vi sia un acquirente con patto di riservato dominio, un locatario con locazione finanziaria, si hanno persone diverse con interesse verso il mezzo e l’assicurazione. Possono seguire, dal novembre 2015, le stesse modalità. Si registrano con le credenziali personali e avranno modo di accedere ad una pagina personalizzata in cui potranno visionare il documento, salvarlo o stamparlo.

Le caratteristiche e gli usi dell’attestato di rischio online

La norma non varia la scadenza e i contenuti, quindi continuerà a durare cinque anni ed essere aggiornato di anno in anno, riportando i dati della compagnia assicuratrice, del cliente, del veicolo e degli eventuali sinistri occorsi, incluso il tariffario applicato dall’assicurazione per la polizza, di cui appare il numero. In allegato c’è sempre la copia del libretto di circolazione della vettura.

Generalmente il principale uso dell’attestato di rischio riguarda il cambio di compagnia assicurativa, ma serve in molte altre occasioni. Tra queste spiccano la consegna dell’auto in conto vendita, l’esportazione, la demolizione, il ritiro definitivo dalla circolazione. In tutte le situazioni si può accedere all’area riservata o rivolgersi al consulente, chiedendo una copia cartacea o digitale del certificato. Potrebbe essere necessario stampare il documento, perché in alcune occasioni non è possibile la trasmissione informatica o l’accesso al sistema, ma è di facile risoluzione. Genyalloyd sul proprio sito ha costituito una parte dedicata ai consigli utili, per dare indicazioni su come ci si deve comportare nei vari casi, così da non sbagliare o essere sopraffatti dalle difficoltà che si possono incontrare. I vari argomenti sono suddivisi e per ognuno, oltre ai consigli, ci sono riferimenti del servizio corrispondente all’interno della compagnia, per un contatti diretto.