Costo medio Assicurazione Scooter e Moto 125

Costo assicurazione scooter 125

La legge obbliga chiunque circoli per strada con un veicolo a essere coperto da assicurazione. Il motorino non fa eccezione. Una volta acquistata una due ruote, come uno scooter 125 cc, bisogna stipulare la polizza, ma è bene procedere con calma, in modo da individuare la soluzione più conveniente. A determinare il costo ci sono vari fattori, ma naturalmente ci sono variabili che dipendono dall’impresa di assicurazione scelta e da eventuali pacchetti proposti. Va considerato che la sicurezza del conducente e delle altre persone è prioritaria, quindi bisogna affidarsi alla polizza più adatta. Non bisogna dimenticare che la compagnia assicurativa valuta l’intestatario del motorino e la cilindrata dello stesso.

Lo scooter 125 e la polizza

Assicurare uno scooter 125 cc significa personalizzare la polizza in base ai fattori che maggiormente servono ad avere la copertura maggiore a un costo contenuto. La polizza è obbligatoria, tanto da determinare la sanzione in assenza della copertura assicurativa. Per calcolare il costo del premio da pagare, è necessario verificare:

  • l’età del richiedente, perché i neopatentati spendono di più;
  • la zona geografica di residenza;
  • la guida esclusiva, cioè solo dell’intestatario, oppure quella libera per consentire ad altre persone di condurre il motorino. Nel secondo caso il costo è superiore;
  • la tutela pensata per la moto, quindi al garage o allo spazio in cui viene tenuta durante il tempo in ui non si adopera;
  • l’aggiunta di coperture accessorie alla polizza, come l’RC moto, kasko, atti vandalici.

Ad esempio lo scooter intestato a una persona residente nel Nord Italia, che lo usa in una città della zona e lo conserva in garage, una polizza potrebbe avere un costo di circa 500 euro all’anno. Ci sono però casi in cui si spende molto di più. Richiedendo dei preventivi si possono fare confronti sui singoli servizi assicurati, così da calcolare la convenienza del contratto. Basta fornire qualche dato sul guidatore e sulla due ruote e quindi si ottengono delle offerte per le diverse polizze disponibili. Va tenuto presente che ci sono formule pensate per fornire una copertura per periodi inferiori all’anno (6 mesi ad esempio), utili in caso di utilizzo stagionale dello scooter.

L’assicurazione per la Vespa 125

Le due ruote 125cc, inclusa la Vespa, seguono le stesse procedure previste per lo scooter e così anche per la determinazione del costo si deve tenere in considerazione l’opportunità di usufruire della legge Bersani. L’età è uno dei fattori che incidono sul prezzo del premio assicurativo. La differenza si ha tra gli under 26 anni e gli over 26. Grazie alla normativa vigente, se il contraente vive con familiare che beneficiano di una classe di merito bassa, può usufruire del diritto di ereditarietà.

Insieme alla documentazione richiesta, bisogna portare alla compagnia di assicurazione un attestato di famiglia per certificare che si vive con il parente da cui si intende ereditare la classe di merito. Entrambi i conducenti avranno la medesima classificazione Bonus-Malus. La stessa legge prevede anche che si possa usare la classe di merito già in essere sulla polizza di un altro veicolo assicurato con la stessa o con un’altra compagnia. Bisogna, però, fare attenzione perché tale passaggio vale solamente per mezzi dello stesso tipo. Non si può quindi prendere la classe riferita all’automobile per la moto. I prezzi minimi non sono mai inferiori ai 150-200 euro. Naturalmente variano secondo i criteri descritti, raggiungendo cifre più importanti.

Assicurare la Moto 125: le coperture accessorie

Il contratto assicurativo comprende tutti i servizi aggiuntivi alla normale copertura di Responsabilità Civile Moto. Si tratta dell’assicurazione cristalli, della casco, degli atti vandalici e di altri specifici pacchetti. La scelta di usufruire di tali opzioni deve basarsi sul tipo di moto. Non è la cilindrata a 125cc a dover pesare, neppure il costo, sebbene importante, ma lo stato della moto. Nel caso in cui all’interno dello stesso nucleo familiare ci siano più persone a usare la moto o il motorino 125cc, è utile intestare la polizza a chi ha i requisiti più vantaggiosi e quindi di fare l’estensione per gli altri conducenti, così da risparmiare sul costo.

Se il motociclo non è nuovo, non è opportuno attivare una copertura contro il furto o l’incendio, perché il costo sarebbe molto elevato, in particolare al confronto del valore rimborsato al verificarsi del sinistro. Come precisato per la vesta, per qualsiasi moto si può decidere di stipulare un contratto semestrale, potrebbe risultare utile quando si sale in sella soltanto nella bella stagione. In alternativa ci sono polizze sui chilometri effettivamente percorsi, da stabilire in anticipo sulle proprie abitudini di spostamento.

Stipulare una polizza assicurativa per la moto d’epoca 125

Avere una moto da collezione, storica, permette di partecipare ai diversi raduni organizzati in Italia e all’estero, ma per poter circolare su strada è necessario avere un polizza assicurativa, al pari di un motorino o una moto. Ci sono, però, contratti specifici, predisposti in maniera apposita per questo tipo di veicoli. Prima di accendere la polizza e cercare la soluzione al costo minore, bisogna verificare la rispondenza dei requisiti.

Una moto d’epoca 125 viene considerata tale quando ha più di 20 anni ed è conservata in ottime condizioni. Ci deve essere altresì un valore culturale e storico. Anche il richiedente, nonché proprietario del veicolo, deve necessariamente rispettare un requisito: avere almeno 23 anni. La moto d’epoca va iscritta inoltre all’Automotoclub Storico Italiano, perché così si comprova la storicità della due ruote. Rispetto alle polizze tradizionali, quelle dedicate a questo tipo di motocicli hanno un costo inferiore e offrono due ulteriori vantaggi: la classe di merito è fissa e la guida è libera, quindi chiunque la può condurre.

Confrontare le polizze con Honda SH 125

Se si possiede una Honda SH 125 oppure un qualsiasi altro modello è possibile fare un calcolo del preventivo della polizza. Si forniscono alcuni dettagli sullo stato del conducente o del titolare del veicolo e quindi la targa. In questo modo si possono avere le offerte da confrontare tra loro. Verificando le proposte delle diverse compagnie dedicate a Honda SH 125 si superano, seppure di poco, i mille euro. I minimi disponibili si aggirano comunque sui 500 euro. Il motorino è certamente un veicolo importante per il suo settore, quindi vale la pena prendere in considerazione le offerte più complete.

Hai domande?